E’ accaduto davvero a tanti di rimanere fuori dalla propria pagina Facebook, per diversi motivi, il più comune è che utilizzando l’applicazione sullo smartphone non è necessario  inserire ogni volta le credenziali, con il risultato che prima o poi si dimenticano, a meno che non si siano scritte da qualche parte! In questi casi è abbastanza semplice trovare la soluzione,  perché si può almeno avere accesso all’email di riferimento e quindi si può richiedere una nuova password. Altri casi sono più complessi, come ad esempio chi  ha affidato la creazione e la gestione della pagina ad amici, collaboratori, ex coniugi  che poi si sono dileguati senza lasciare traccia  o peggio tengono queste informazioni in ostaggio, chiedendone il riscatto.

Che fare?

Una volta fatta la frittata, ahimè non è possibile fare molto, solo cercare di contattare Facebook e reclamare la proprietà della pagina chiedendo nuovi accessi, ma non sempre si ottiene risposta, soprattutto se la pagina non ha molto seguito.

Qualcosa però è bene farla prima, proprio per evitare di trovarsi in questa situazione.

Primo, nominate un altro amministratore della pagina. Cercate di essere sempre in due ad avere accesso alla pagina Facebook. Non necessariamente qualcuno che abbia a che fare con l’attività della fan page, può essere anche un semplice amico fidato a cui lascereste i doppioni delle chiavi di casa. Sarà la vostra salvezza in caso di impossibilità ad accedere dal vostro account. Se era un amico prima, ora diventerà il vostro miglior amico.

Secondo, leggete con attenzione gli alert o i messaggi che invia Facebook in merito a violazioni nelle quali la pagina potrebbe essere incorsa. Può accadere che l’impossibilità ad accedere alla vostra pagina sia in realtà una misura restrittiva imposta dal social stesso a tutela degli utenti per gestire una situazione di mancanza di rispetto delle regole su modalità o contenuti.

Terzo, accedete all’email fornita al nostro amico Zuckerberg, per verificare che sita tutto ok, che non siano avvenute intrusioni, clonazioni etc etc. Monitorate insomma il corretto funzionamento dell’email, ogni tanto. Tanto per non farci fiorire le ragnatele.

Infine, anche se sembra ovvio, ma come visto non lo è affatto, segnare in un luogo sicuro le credenziali per accedere al profilo che gestisce la pagina. Fatelo subito, perché come dicevamo poc’anzi, capita spesso invece che si rimandi ad un altro momento che poi non arriverà mai più.

Ora siete pronti. Non dovreste incorrere in brutte sorprese.

Se invece il problema vi si fosse già presentato… fateci sapere come lo avete risolto!